+39 3497848144 |  ✉ loradellapsicologia@gmail.com

Ho cercato il Suo aiuto nel mese di dicembre 2019, in prossimità delle feste Natalizie

Pubblicato da Dott.ssa Giorgia Caramma il

Ricordo di aver cercato in Internet il nominativo di una dottoressa e di aver lasciato che fosse il mio istinto a scegliere la persona a cui affidarmi. Era un brutto momento, per me, dal punto di vista emotivo, perché si stava concludendo una relazione sentimentale. Siamo state costrette ad attendere un paio di settimane prima di avere una prima conversazione ma già nel corso della prima telefonata, per prendere appuntamento, mi sono resa conto di aver trovato la persona giusta. Una donna gentile e con un sorriso rassicurante. Dopo la prima seduta, in realtà, ho sospeso le conversazioni, pensando che la mia situazione si potesse risolvere. Dopo alcini mesi, però, l’ho ricontattata in uno stato emotivo per me più critico. La relazione che pensavo potesse riprendere era nuovamente in crisi, io provavo forti sensi di colpa e mi sentivo sbagliata. Non capivo il perché di alcune mie scelte e di alcuni miei atteggiamenti. Dopo varie sedute (telefoniche, a causa dell’emergenza sanitaria che ha colpito tutti noi) ho ridotto le conversazioni con Lei, sentendoci una volta ogni 15 giorni. Abbiamo toccato vari punti della mia storia, non soffermandoci limitatamente al motivo per il quale La avevo cercata ma provando ad andare un po’ oltre, scavando nel mio passato e cercando di capire chi io sia. Un paio di giorni fa, infine, ho chiesto di provare a sospendere il tutto. Per provare a farcela da sola, e anche nella consapevolezza che per intraprendere un “viaggio” simile, dentro se stessi, è necessario sentirsi pronti ad impegnarsi in tale percorso a 360 gradi. Io realizzo che le storie possono finire così come iniziano, con la stessa velocità e a volte con la stessa impetuosità; realizzo di essere una persona senza dubbio complessa; realizzo di dovermi guardare dentro più spesso e dover imparare a prendermi cura non solo di chi ho accanto ma anche di me stessa. E soprattutto comprendo, anche grazie a Lei, che siamo Persone, e che in quanto tali possiamo noi tutti sbagliare, ma non per questo dobbiamo smettere di sperare in qualcosa di buono e positivo per il futuro. Ci tengo a ringraziarLa per alcune cose: per la Sua gentilezza, prima di tutto. Per la Sua disponibilità. Per essere stata in grado di capirmi anche quando credevo di esprimermi in maniera confusa, perché probabilmente in quel determinato momento così sentivo i miei pensieri. Per avermi sempre appoggiato; per aver assecondato il corso delle mie riflessioni, anche quando prendevano strade diverse da quelle, forse, previste; per non avermi mai permesso di sentirmi sbagliata e per avermi incoraggiata. Ricorderò, a questo proposito, sempre una Sua frase: “D. va bene così com’è”. Quindi, grazie Dottoressa, per il Suo lavoro. E grazie per il suo in “bocca al lupo”, a cui rispondo come si deve: CREPI IL LUPO.

Categorie:

Dott.ssa Giorgia Caramma

Psicologa, siciliana di nascita, nomade di spirito. Credo nella crisi come possibilità di cambiamento, nel potere rigenerativo del caos che ci portiamo dentro: fare psicologia è un modo in più per familiarizzare con esso.

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.